Cosa non deve mancare ad un Barbecue

Cosa non deve mancare ad un Barbecue

Il barbecue è il momento ideale per unire le persone in una situazione semplice e informale, senza troppo stress per preparare il pasto perfetto. L’aria aperta, la compagnia degli amici, il sole, il buon cibo: basta poco per un pranzo rilassante. Se ci si offre per organizzare un pasto a base di cibo cotto alla brace, meglio ricordare di mettere in pratica pochi dettagli per accontentare tutti.

Cosa non deve mancare per un barbecue per una giornata indimenticabile?

Per una giornata indimenticabile per adulti e bambini, ci sono cose che non devono proprio mancare in un barbecue.

Cucinare alla brace non è semplice per un neofita, perché occorre sapere come gestire il fuoco, per non avere il cibo bruciacchiato. L’intensità della fiamma va misurata per non rovinare gli alimenti. Quando si predispone la brace per l’accensione perciò, basta ricordarsi di alimentare il fuoco con moderazione. Per questo è meglio acquistare la carbonella per la brace, che si allestisce in poco tempo e la temperatura resta controllata. Quando si improvvisa, di solito si vanno a recuperare dei rametti di legno per incrementare il fuoco, che però è dannoso per la salute.

Cibi da barbecue

Al centro di un pranzo cucinato con il barbecue c’è ovviamente il cibo, il buon cibo. Per appagare i gusti di tutti, bisogna acquistare una quantità di alimenti variegati.

Ci sono gli amici vegetariani, per cui portare zucchine, melanzane, peperoni, cipolle rosse e altre verdure. Poi c’è chi preferisce la carne bianca (pollo), chi desidera la carne rossa. Ovviamente ricordarsi anche del pesce e dei crostacei. Mai dimenticare del buon pane fresco, da tagliare a fette e grigliare con sale e olio, per accompagnare il piatto principale. Anche il dessert si può arrostire.

Un’idea carina per i più piccoli è quella dello spiedino di frutta: tanti pezzetti colorati di frutta da rosolare sul fuoco per un dolce fresco e sano. In un pranzo che si rispetti, non vanno trascurate le bevande: anche qui meglio variare per assecondare i gusti di grandi e piccoli.

Accanto al piatto di carne e di pesce, per rendere più originale il sapore del cibo, si possono abbinare dei gusti più particolari. Come un olio aromatizzato, delle spezie, erbe aromatiche o condimenti vari, da impiegare per marinare le vivande o una volta terminata la cottura. Marinare il cibo significa impregnarlo maggiormente di sapore e di solito anche rendere anche l’alimento più tenero e morbido. Si può marinare con qualunque ingrediente, variando in base ai gusti di ognuno. Ma in generale la marinatura dovrebbe avere una parte grassa, una acida e una aromatica. In questo modo tutti i gusti saranno soddisfatti e ognuno potrà godersi il proprio barbecue personalizzato.

Condimenti fondamentali

I condimenti nel barbecue sono fondamentali per la quantità e per le tempistiche. Se il sale si utilizza nel modo sbagliato, rovina la bontà del cibo. Ad esempio una bistecca prenderà un cattivo sapore, perché durante la cottura il sale fa perdere i liquidi alla carne. Per cui il cibo va salato soltanto dopo la cottura e senza esagerare, magari abbinandolo a succo di limone fresco o spezie. Anche l’olio è importante quando si cucina alla brace. Si mette appena prima di iniziare la cottura per non far seccare e bruciare gli alimenti. La carne risulterà più morbida mentre il pesce non perderà troppa acqua. L’olio si aggiunge anche dopo la preparazione, ma in modiche quantità, per non coprire il sapore del barbecue.

Per cucinare bene, occorre anche avere gli utensili giusti. Portare coltelli e forchette casalinghi non è l’ideale perché si rischia di rovinare gli alimenti. Bisogna munirsi di un apposito kit da barbecue con coltelli, forconi e pinze, così ogni cibo avrà il suo utensile più adatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *