Adolescenza e sessualità: come affrontarla?

Adolescenza e sessualità: come affrontarla?

Quando arriva il periodo dell’adolescenza, esso porta con sé una vasta gamma di problemi. Alcuni di questi sono legati alla sfera emotiva e sessuale della persona. Al di fuori da ogni dubbio, la sessualità porta diversi cambiamento ormonali ed è per questo (nonché per vari altri problemi legati soprattutto alla sfera emotiva), che gli adolescenti sono così irritabili e irrequieti. In effetti, affrontare questo tipo di periodo non è semplice per nessuno. I litigi, le difficoltà e lo stress sono tutti fattori sempre dietro l’angolo. Come riuscire a diventare padroni delle proprie emozioni anche nel periodo dell’adolescenza?

Educazione sessuale

Nel periodo della scoperta e della ricerca non ci si può dimenticare di tutto ciò che concerne le lezioni di educazione sessuale. Che piaccia oppure no, si tratta di quel fattore che viene spesso tralasciato e ignorato. Al contempo, l’educazione sessuale permette di gestire tale periodo meglio in quanto, da un certo punto di vista, aiuta a soddisfare la sete di conoscenza. L’educazione sessuale è una di quelle materie che vengono organizzate dagli enti di studio e permettono ad avvicinarsi al lato sessuale della vita (che ricordiamo essere un aspetto di primaria importanza) con la migliore preparazione possibile. Non a caso, l’educazione sessuale rappresenta una disciplina obbligatoria in un gran ventaglio di Paesi. Al giorno d’oggi non si tratta semplicemente di una lezione come molte altre: essa è importantissima proprio nel periodo dell’adolescenza.

Il ruolo dei genitori

Parlando della sessualità nel periodo dell’adolescenza non ci si può certamente dimenticare di tutto ciò che riguarda il ruolo dei genitori nel superamento di questa fase. La famiglia, che piaccia oppure no, è chiamata ad aiutare le persone a superare il periodo dell’adolescenza e a dirla tutta non è per niente semplice. Tutt’altro: la famiglia dovrebbe cercare sempre e costantemente di parlare e dialogare con gli adolescenti in modo da far comprendere loro al meglio come e cosa fare.

Ovviamente non bisogna confondere il ruolo del padre o della madre con quello degli amici. Si tratta di due realtà differenti che, ovviamente, richiedono anche un approccio diverso. Dunque, quale dev’essere il ruolo dei genitori nella fase dell’adolescenza? Quello di supporto e di aiuto, al massimo possibile, affinché venga meno la solita insicurezza tipica di questo periodo.

Rivolgersi a un professionista: serve davvero?

Quando si parla dell’adolescenza e della sessualità una delle prime idee che vengono in mente è di rivolgersi a uno specialista. Si crede che quest’ultimo sia un tuttofare in grado di aiutare chiunque con uno schiocco delle dita. Non è sempre così, anzi. L’adolescenza rappresenta, da vario tempo ormai, una di quelle fasi che ognuno dovrebbe cercare di affrontare da soli, in autonomia. E qualora questo non fosse sufficiente, si potrebbe considerare l’idea di rivolgersi a uno specialista del settore. Quest’ultimo sarebbe sicuramente in grado di fornire tutti i suggerimenti e i consigli necessari per capire come affrontare al meglio l’aspetto sessuale nella vita di tutti i giorni durante l’adolescenza. Tuttavia, non si può fare a meno di rivolgersi unicamente a un professionista davvero bravo. Uno di quelli che sappia il fatto suo e sia in grado di fornire soltanto i migliori consigli.