Cos’è una VPN e come utilizzarne una sicura e gratuita

Cos’è una VPN e come utilizzarne una sicura e gratuita

La VPN permette di proteggere il proprio indirizzo IP, andrà a fare da tramite tra il dispositivo da voi utilizzato e i siti a cui andrete a connettervi, andando a rendere non visibile la vostra identità.

Che cos’è una VPN

È l’abbreviazione di Virtual Private Network, e consente di far sì che non sia visibile ciò che si va a svolgere in rete nascondendo anche il vostro indirizzo IP.

Ciò è possibile grazie alla rete privata che si forma tra i due dispositivi collegati, a questa rete avranno accesso solo alcuni utenti che riceveranno l’autorizzazione. Si tratta di una rete non fisica ma virtuale e non prevede quindi il collegamento tramite un cavo.

Le VPN si possono distinguere in:

  • VPN hub-and-spokes: sono utilizzate quasi sempre con lo scopo di nascondere l’indirizzo IP e proteggere i dati degli utenti dove la connessione non è protetta.
  • VPN site-to-site: è usato solitamente per collegare diverse reti private tramite una connessione sicura utilizzando internet (considerato non sicuro). Questa opzione viene spesso utilizzata dalle aziende, per far sì che più sedi dell’azienda possano scambiarsi informazioni senza correre rischi dal punto di vista della sicurezza.

Per capirne meglio il funzionamento consigliamo di leggere questo articolo di Aranzulla sulle VPN.

VPN e sicurezza

Nelle VPN Trusted sarà chi gestisce i servizi che si occuperà di rendere migliore il percorso dati, rendendo impossibile l’accesso a chi è privo di autorizzazione.

La protezione dei dati con questo metodo non è totale, ci si può rivolgere alle VPN Secure che consentono una notevole protezione dei dati tramite un tunnel che verrà costruito tra i due nodi di rete. Tra i contro di queste VPN c’è il fatto che il percorso dati può non essere il migliore.

Arriviamo quindi a descrivere un terzo tipo di VPN largamente utilizzata attualmente, si tratta della Hybrid VPN che garantisce una velocità comunicativa e allo stesso tempo la sicurezza del tunneling.

Come scegliere quale VPN utilizzare

Nel caso si abbia un’azienda e si voglia utilizzare la VPN per lo Smart working degli impiegati è bene ricorrere ad un esperto che possa aiutare a comprendere la scelta più idonea alla situazione.

Nel caso in cui si stia cercando una VPN bisogna analizzare e tenere conto di varie cose prima di decidere quale andare a scegliere:

  • Quanto si vuole spendere: ci sono servizi VPN gratis o con un determinato costo, se sono gratuiti spesso hanno delle limitazioni, ad esempio, sul traffico massimo mensile. Se si ha la possibilità economica di rivolgersi al servizio a pagamento bisogna verificare che la sua qualità sia in linea con il costo richiesto. Qui puoi trovare l’elenco delle VPN gratuite consigliate da VPNWelt.com
  • Informazioni raccolte: capita di sovente che i servizi di VPN gratuiti vadano a raccogliere informazioni su ciò che l’utenza ha fatto in rete a scopo di adv o profilazione. Se si vuole proteggere la propria privacy al 100% questi servizi non sono idonei.
  • Numero dei server: se un servizio di VPN ha a disposizione un numero minimo di server non sarà in grado di garantire una velocità comunicativa.
  • Un altro fattore di cui si deve tenere conto è la posizione dei server della VPN, spesso le VPN hanno server sparsi nel mondo per permettere le modifiche all’indirizzo IP.

Se il proprio obiettivo è bypassare dei blocchi bisogna tenere in considerazione questo aspetto.

  • Protocollo di cifratura: è una tecnica per attuare una copertura dei dati originali modificandoli in altri, in modo che solo l’utente a cui sono destinati possa comprenderli.

Se dovete scegliere una VPN valutate il protocollo di cifratura, ce ne sono diversi.

C’è l’PPTP di Microsoft, considerato obsoleto da molti anni, l’SSTP è sempre di Microsoft ed è il sostituto del PPTP, è ritenuto sicuro.

Tra i protocolli di cifratura c’è anche IPsec, è ben valutato dal punto di vista della sicurezza.

IKEv2 è valutato come migliore dal punto di vista della sicurezza rispetto a IPsec.

Infine c’è OpenVPN, è open source e largamente utilizzato al momento.

Per avere maggiori informazioni a riguardo della VPN leggi questo approfondimento su wikipedia.