Come avere un’alimentazione sana

Come avere un’alimentazione sana

Dieta controllata, attività fisica corretta e completa, eventuale consumo di integratori, erbe e rimedi naturali sono gli elementi alla base per la salute del nostro organismo.

A tavola è fondamentale mangiare cibi che apportino tutti i nutrienti necessari: carboidrati, proteine, minerali e vitamine.

Quali sono i cibi migliori da proporre sulla tavola per avere una sana e corretta alimentazione? In primis, troviamo le proteine: queste permettono all’ organismo di velocizzare il metabolismo, ma devono essere le cosiddette proteine di qualità, ovvero quelle che presentano alti livelli di amminoacidi (ne sono un esempio, oltre ai classici carne e pesce, le lenticchie, i ceci, i piselli ed i fagioli). Le carni magre – coniglio, tacchino, pollo, per esempio- uova e le proteine vegetali non solo aiutano ad attivare il metabolismo, ma riducono anche l’ odiosa sensazione di gonfiore addominale e contribuiscono al benessere fisico.

Un secondo step è quello di consumare con moderazione i carboidrati complessi. Niente pasta alla sera e, se proprio non si riesce a fare a meno, utilizzare i farinacei integrali in sostituzione di quelli bianchi.

Regola della “P”

Scegliere un solo prodotto ed eliminare tutti gli altri, all’ interno del singolo pasto. Pasta o pane o pizza o patate o polenta. Mai in abbinata!

Da tenere a mente: i carboidrati rallentano il metabolismo e quindi contribuiscono all’ aumento di peso. Ovviamente non vanno eliminati del tutto, devono essere consumati con moderazione. Equilibrio è la parola chiave.

Bando agli zuccheri: il desiderio di qualcosa di dolce, specialmente alla sera, è deleterio per il nostro obiettivo. Bisogna saper resistere e … concedersi uno strappo alla regola solo una volta ogni tanto.

Un aiuto a tavola arriva proprio dalle nostri mani, anzi da una sola mano. Vediamo come può essere utile per dosare i cibi o, per meglio dire, i nutrienti di cui il corpo necessita.
Ad ogni pasto, il palmo della propria mano deve essere riempito dalle proteine (di qualsiasi genere), il pugno chiuso rappresenta la quantità di carboidrati ed il mignolo la quantità di zuccheri.

Largo spazio, invece, alla verdura: può essere consumata in quantità – preferibilmente quella di colore verde – bisogna stare attenti ai condimenti (pochissimo olio, che è salutare, sale in quantità misurata e libertà di scelta su aceto, non balsamico perché ricco di zuccheri, o limone).

Seguendo questa semplice regola, non si sovraccarica il corpo con porzioni esagerate per la propria taglia.

Sono ottimi alleati per l’organismo anche: le spezie (in particolare la cannella e lo zenzero), le uova, il pesce ed in particolar modo quello azzurro (utile anche al cervello e alla memoria), la frutta secca (snack sano e variabile ogni volta. La dose ideale è, per esempio, tre noci intere oppure dieci mandorle), i semi (occhio di riguardo per quelli di lino, sesamo, girasole e zucca), i legumi ed il thè (specialmente quello verde). Anche il caffè può aiutare, purché non si esageri – non più di cinque al giorno.

Ultima, ma non per importanza, la frutta: meglio consumarla lontano dai pasti. E sarebbe bene ricordare che bisognerebbe consumare almeno cinque porzioni tra frutta e verdura ogni giorno.

Integratori, erbe e altri rimedi naturali

Nella maggior parte dei casi, se si segue correttamente una dieta variegata e si svolge regolare attività fisica non si necessita l’ impiego di integratori o di erbe.

Tuttavia, sul mercato ne esistono tantissimi, la maggior parte di essi di origine totalmente naturale: vi sono integratori concentrati a base si spezie come la curcuma o lo zenzero oppure altri a base di alghe.

Anche il guaranà o il caffè verde possono essere presi in considerazione.

Persino l’omeopatia può essere d’ aiuto: vi sono preparati ed infusi che contribuiscono alla sensazione di benessere e alla salute del nostro corpo.